giovedì 20 luglio 2017

ESTRATTO Q .B.

Sangue fertile, linfa, radici di miele,
la Vita,
mossa da un giglio.
Unisce gli elementi in un solo soffio.
Dal respiro della luce,
il respiro della terra.
La Terra
Lieve e grave il suo passo esteso dal Verbo, gaia efflorescenza, sollazzevole fragranza e magica apologia.
L’hanno eretta tra inganni di fiele.
Violentata.
Deturpata.
La Terra.
Tradita dall’ingordigia mai sazia di avere.

Ma non hanno cancellato
lo spirito di quel soffio
che rende e muove
genera e RI- genera.
La palingenesi della creazione.
Io.
Uomo.
Così piccolo di fronte alla natura,
mi genufletto a cotanto ardore
con gli affetti della mia esistenza

le rendo elogio.
[Tea Salis]

Nessun commento:

Posta un commento

asophia intona